Favole, racconti, poesie, aforismi

Cara Emilia,
ti voglio bene, sai? Non te l'ho davvero mai detto, ma te ne voglio.
Non smetti mai di stupirmi! La tua irruenza e la tua saggezza sono una contraddizione speciale. A volte non si sa come tenerti a freno... a volte sei inchiodata nelle tue idee che tentare di spostarti è una fatica ercolina. Eppure vai avanti! Sempre e comunque. Hai imparato a non andare di fretta per non fare "gattini ciechi". Quanta fatica per impararla. Quanto ancora devi sforzarti per calmare la tua voglia di "tutto e subito". Ma sulle spalle, sulle braccia, i polsi, le cosce.. quanti segni... quanti tagli... quante cicatrici... quanto ci hai digrignato i denti e poi pianto e poi ancora digrignato i denti su quelle ferite... su quei tagli... su quelle copiose gocce rosse....

"Sto aspettando la pensione" disse lui
"Per cosa?" chiese l'altro
"Per confermare che sono infelice"

Auguro a me e a tutti i miei Amici...
245 giorni di sole per scaldarci le ossa e il cuore dal freddo della vita
73 giorni di pioggia per dissetare la terra e aspettare con ansia il ritorno del sole
28 giornate di vento forte che spazzi via i cupi pensieri e le amarezze
11 giorni di acquazzoni da ammirare dietro i vetri o da affrontare a braccia spalancate
5 giorni di neve per perdere i pensieri nell'accogliente ondeggiare dei fiocchi
3 giorni di grandine perché il ticchettio violento dei chicchi ci ubriachi
Auguro a me e a tutti i miei Amici...
di non dimenticare le sofferenze, perché ci rendono più forti
di non dimenticare i pianti, perché ci dissetano la pelle
di non dimenticare le cadute, perché ci insegnano a rialzarci
di non dimenticare le ferite, perché sono la nostra mappa
di non dimenticare i torti, perché impariamo a voltare pagina
di non dimenticare i lutti, perché sono solo parte della vita
Auguro a me e a tutti i miei Amici...
di ricordare che siamo padri e figli di noi stessi
di ricordare che il vero coraggio è nel nostro cuore
di ricordare che nulla è impossibile per chi ci crede
di ricordare che la "sfortuna" è solo una scusa
di ricordare che la vita è una torta da farcire come ci va
di ricordare che i nostri limiti ce li mettiamo da soli
...e, quindi, auguro a me e a tutti i miei Amici
di accettare con serenità la fine delle cose che sono state belle
di accettare con gioia le nuove felicità che la vita ci regala
di accettare i cambiamenti con entusiasmo e non con paura
di imparare a riconoscere il dono dell'Amore seppur sotto strane forme
di imparare a liberare la propria anima dalle costrizioni sociali
di vivere in pace con se stessi senza obblighi e senza falsità

Amico mio che soffri come e più di me
Amico mio che nel futuro non vedi più futuro
Amico mio che rassegnato prosegui una vita non tua

Sento il tuo dolore arrivare fino dentro di me
Sento la tua rassegnazione scavare nella pietra
Sento la malinconia ingabbiarti nei sensi di colpa

Uccidi, per favore, i sensi di colpa
Apri, ti prego, gli occhi sulle emozioni
Spalanca, per piacere, le braccia alla vita

Urla quel nome che ti attanaglia lo stomaco
Sbraita con forza la tua arrabbiatura
Sommessamente invita a lasciarti vivere

- a non prendere in giro mai nessuno
- a rispettare gli animali
- a cucinare (ma non me lo ha mai insegnato lei)
- a prendermi cura di me
- ad essere autonoma
- a lavarmi le mani prima di andare a tavola

Cara Nonna,

da quando sei morta io non ti ho mai conosciuta.
677 giorni ci hanno tolto la possibilità di prenderci per mano, di annusarci e di passarci Qualcosa.
677 giorni mi hanno impedito di conoscere chi mi ha dato il suo nome, i suoi occhi e le sopracciglia a disegnare le espressioni di gioia, tristezza, disperazione, stupore...
677 giorni per darmi la voglia per tutta una vita di sapere com'eri davvero.
Resti lì, fissa nella più famosa delle tue fotografie: in posa dal fotografo, seria e profonda.
I pensieri si scorgono e fanno capolino, ma restano intrappolati in quelle tonalità di grigio che il tempo persiste a conservare. Cosa pensavi? Mi pensavi? Sapevi già che ci sarei stata? Qui, con il tuo nome e i tuoi occhi. Con le cose più importanti di me che tu avevi già.
Ma tu chi eri?

Mi odiano.
Mi odiano perché non gli ho lasciato dire bugie.
Mi odiano perché so fare cose che non sanno fare.
Mi odiano perché so cosa non sanno fare.
Mi odiano perché vedono in me le loro paure.

Il modo migliore per per vivere una vita da favola (o da romanzo d'avventura) è avere la consapevolezza che non è una favola ma uno perenne sforzo al miglioramento e ai traguardi successivi.

Conterò nel melograno aspro dolori e gioie che mi spettano

Scrivo bene per te

Se hai bisogno di scrivere qualunque tipo di documento, dalla lettera alla denuncia, dalla tesi di laurea alla storia della tua vita, ti invito a contattarmi mandandomi una email a oremy@oremy.it spiegandomi di cosa hai bisogno o scrivendomi via whatsapp (no telefonate) al 349 2540661.

Emilia Orefice

emilia orefice

Mi chiamo Emilia Orefice, ho qualcosa in più di 40 anni, superati i quali si smette di contare.

Ho lavorato per moltissimi anni nella produzione di siti web, partendo dalla stesura di appositi testi adatti al web, fino alla loro realizzazione completa, in maniera autonoma come free lance.

Per questioni puramente personali, da quasi tre anni mi dedico all'assistenza degli anziani come collaboratrice familiare nelle loro case, occupandomi di loro e delle loro esigenze quotidiane.

Nel tempo che mi rimane aiuto i laureandi nella redazione della loro tesi di laurea.

Sono estremamente empatica, riflessiva e arguta, senza mancarmi per nulla la socievolezza.

Ho eccellenti capacità nell'analisi dei testi e nel problem solving.
Sono bravissima nella scrittura in tutte le sue varianti (informale, formale, aulica, burocratica...) e sono maniacalmente precisa quando redigo i miei testi e, ancora di più, quelli ufficiali.

Le attività che compio per hobby sono altrettanto numerose e variegate e vanno dalla classica lettura (da qualche anno soprattutto saggi di scienze sociologiche/psicologiche, et similia), alla fotografia amatoriale, fino all'attuale fortissimo interesse per la difesa personale attraverso l'arte marziale del wing chun per il quale sto studiando per diventare istruttore.

Sono stata sempre un leader in tutti i contesti a cui ho partecipato, ma so essere anche un eccellente braccio destro.

 

Se non sai come scriverlo, o vorresti scriverlo meglio: contattami e ti dirò come fare!

Newsletter

Riceverai i nuovi articoli direttamente nella tua email.
© 2020 oremy - non copiare nulla senza avermi prima chiesto il permesso! Ho un bravo avvocato e io sono peggio.