#oremylottapervoi

Diario di una Stalker


Giovedì, 15 Ottobre 2015 15:03

Cara Nonna

Vota questo articolo
(1 Vota)

Cara Nonna,

da quando sei morta io non ti ho mai conosciuta.
677 giorni ci hanno tolto la possibilità di prenderci per mano, di annusarci e di passarci Qualcosa.
677 giorni mi hanno impedito di conoscere chi mi ha dato il suo nome, i suoi occhi e le sopracciglia a disegnare le espressioni di gioia, tristezza, disperazione, stupore...
677 giorni per darmi la voglia per tutta una vita di sapere com'eri davvero.
Resti lì, fissa nella più famosa delle tue fotografie: in posa dal fotografo, seria e profonda.
I pensieri si scorgono e fanno capolino, ma restano intrappolati in quelle tonalità di grigio che il tempo persiste a conservare. Cosa pensavi? Mi pensavi? Sapevi già che ci sarei stata? Qui, con il tuo nome e i tuoi occhi. Con le cose più importanti di me che tu avevi già.
Ma tu chi eri?
Resto qui... 38 anni ancora dopo.. a immaginare quali passi percorrevi, con che andatura. Sicura e veloce? Lentamente pacata per raggiungere ogni meta? Come si muoveva il tuo corpo voltandoti a rispondere alla mia mamma? Con che movimenti delle labbra, degli zigomi, degli angoli degli occhi le sorridevi? Come le parlavi di me? Di come mi avrebbe dovuto crescere?
Che voce avevi, Nonna? Come suonava il tuo accento? Le tue doppie erano marcate pesantemente? Parlavi in dialetto? O in un affaticato italiano post-bellico? O il tuo lavoro da impiegata ti aveva già elevata a un eloquio corretto e scorrevole? Com'era la tua voce, Nonna? Cupa? Acuta? E le parole come scorrevano tra le tue labbra? Scandite? Veloci? Smangiucchiate dalla fretta delle millemila cose da fare per la famiglia? Come avrebbe suonato la tua voce sulle mie ginocchia sbucciate da una caduta improvvisa? Che musica mi avresti usato nelle tue parole per consolarmi delle prime delusioni della vita?
Resti ferma, in quella foto e in poche altre. Immobile. Come se a te il movimento non fosse destinato. Come se alzare un braccio nella tua vita non fosse stato mai permesso.
Così... per una vita ti ho pensata così. Ferma. Pensierosa. Con uno sguardo micidialmente intelligente. Ti somiglio? Abbiamo lo stesso carattere? Cosa ho preso da te? La determinazione? La passione? Il violento istinto di protezione per gli affetti? Cosa?
Non so chi sei. Non so chi sei stata. Ma le domande su di te si sono sovrapposte e stratificate nei miei anni. Con questo nome che tanto ho odiato. Ma che ora amo così tanto da farmelo incidere sulla schiena. Perchè quel nome era tuo, ma ora è mio e non me lo toglierà nessuno. Perchè quel nome mi ha aperto le acque come un novello Mosè tra le Sara, le Maria, le Laura...
Quel nome mi risuona nella testa solo per me. Grazie per avermelo conservato e donato. Assieme ai tuoi occhi. E a quell'intelligenza che ancora solo immagino.

Letto 650 volte Ultima modifica il Giovedì, 15 Ottobre 2015 15:24

novità dal diario di una stalker...


  • Inondami delle tue emozioni!
    Ti stuferò a forza di emozionarmi, l'emozione più forte me la dai tu..
    mandato online
    Giovedì, 18 Ottobre 2012 12:14
  • "Sono sentimentalmente emozionabile.."
    "Sono sentimentalmente emozionabile.." Ma che sentimentalone è... non avrei mai detto. E, invece, guarda cosa mi scrive...Dolcezza mia... quanta musica ci emozionerà nel futuro.. quante ore passeremo insieme ad ascoltarla.Io e te nella…
    mandato online
    Giovedì, 18 Ottobre 2012 12:01
  • Sei il mio combattente
    Sei il mio combattente è sempre strano... a me sembri già un combattente...come me, del resto.ti amo, cavaliere. E se il destino ti sputa in un occhio ti fa molto male...A me oggi piacerebbe…
    mandato online
    Giovedì, 18 Ottobre 2012 10:59
  • Il Destino ci chiama
    Il Destino ci chiama va tutto a gonfie vele. Mario mi ama. Io lo amo.Lui mi manda gli indirizzi e i contatti per trovare lavoro a Pesaro.Io mando curriculum.Tutto gira per il verso giusto.Quanto…
    mandato online
    Giovedì, 18 Ottobre 2012 10:40
  • le vacanze insieme
    le vacanze insieme chissà... andare in crociera insieme.. Buongiorno nuovamente, roccia..e sia, non alimenterò ulteriormente le mie paranoie,lascerò a te il compito di tirare il freno d’emergenzaquando ce ne sarà bisogno..Se ti può…
    mandato online
    Mercoledì, 17 Ottobre 2012 11:23
  • Mangia castagne e pensa a me...
    Mangia castagne e pensa a me... mangia castagne a lavoro e mi pensa... Una delle mie ragazze ha portato le caldarroste (non dire niente,qui da me in ufficio se magna e se beve a ogni ora..).Stavo…
    mandato online
    Mercoledì, 17 Ottobre 2012 11:23
  • Pensieri
    Pensieri Un giorno staremo nella stessa casa a goderci le serate insieme Una cosa che mi gira in testa da qualche giorno:durante la settimana lavorativa, prima che fra di noinascesse questo…
    mandato online
    Martedì, 16 Ottobre 2012 15:23
  • "ti amo, non dubitarne mai.."
    "ti amo, non dubitarne mai.." Chè non sono un passeggero qualunque, io :-D La moto la uso come taxi per Andxxx.Con te non sarebbe un taxi. Un giroinsieme ha tutt’altra valenza..Andxxx non vale, non ho…
    mandato online
    Martedì, 16 Ottobre 2012 14:24
  • TU SAI DONARE.
    TU SAI DONARE. Mi promette di portarmi in moto... che non ci porta mai nessuno... ma me si! ♥ Davvero pensavi di non sapere donare serenità?Non solo si dona, ma anche si riceve.E…
    mandato online
    Martedì, 16 Ottobre 2012 14:03
  • "sei la mia donna..per sempre.."
    "sei la mia donna..per sempre.." E' un grande rapporto. Ci compenetriamo nell'animo come non mai. Ci scambiamo non solo amore e sentimenti.Ma qualcosa che siamo più dentro. Hai la capacità di lasciarmi senza parole..Mi stai…
    mandato online
    Martedì, 16 Ottobre 2012 12:17
© 2017 oremy - non copiare nulla senza avermi prima chiesto il permesso! ho un bravo avvocato..