#oremylottapervoi

Diario di una Stalker


Giovedì, 12 Dicembre 2013 11:09

Io dissacro, massacro e consacro.

Io dissacro, massacro e consacro.
Perché la vita è quel dipinto da ascoltare con gli auricolari di un Amico per vivere ancora di quella malinconia di quando si era sereni.

Mercoledì, 01 Gennaio 2014 10:54

Auguri di buon anno

Auguro a me e a tutti i miei Amici...
245 giorni di sole per scaldarci le ossa e il cuore dal freddo della vita
73 giorni di pioggia per dissetare la terra e aspettare con ansia il ritorno del sole
28 giornate di vento forte che spazzi via i cupi pensieri e le amarezze
11 giorni di acquazzoni da ammirare dietro i vetri o da affrontare a braccia spalancate
5 giorni di neve per perdere i pensieri nell'accogliente ondeggiare dei fiocchi
3 giorni di grandine perché il ticchettio violento dei chicchi ci ubriachi
Auguro a me e a tutti i miei Amici...
di non dimenticare le sofferenze, perché ci rendono più forti
di non dimenticare i pianti, perché ci dissetano la pelle
di non dimenticare le cadute, perché ci insegnano a rialzarci
di non dimenticare le ferite, perché sono la nostra mappa
di non dimenticare i torti, perché impariamo a voltare pagina
di non dimenticare i lutti, perché sono solo parte della vita
Auguro a me e a tutti i miei Amici...
di ricordare che siamo padri e figli di noi stessi
di ricordare che il vero coraggio è nel nostro cuore
di ricordare che nulla è impossibile per chi ci crede
di ricordare che la "sfortuna" è solo una scusa
di ricordare che la vita è una torta da farcire come ci va
di ricordare che i nostri limiti ce li mettiamo da soli
...e, quindi, auguro a me e a tutti i miei Amici
di accettare con serenità la fine delle cose che sono state belle
di accettare con gioia le nuove felicità che la vita ci regala
di accettare i cambiamenti con entusiasmo e non con paura
di imparare a riconoscere il dono dell'Amore seppur sotto strane forme
di imparare a liberare la propria anima dalle costrizioni sociali
di vivere in pace con se stessi senza obblighi e senza falsità

Martedì, 22 Luglio 2014 00:51

Ciao Alfredo! Buon viaggio

Ciao Alfredo... devo farti una confessione...
Hai presente quando mi raccontavi con dovizia di particolari di globuli bianchi... rossi.. che salivano... scendevano... a seguito di dosi di beta-pippo-nzolo.... e non so che altro!
Insomma... non ti offendere... ma giuro che non ci ho capito mai niente!
Ogni volte che con la tua lucidità mi dicevi tutto quell'andirivieni di valori... io aspettavo silenziosa... cercando di capire da qualche inflessione della tua voce più "partecipata" se era un miglioramento o no.

Del resto... hai affrontato così questa tua "guerra": preciso, metodico, riflessivo come durante una partita a scacchi. Come era nel tuo stile hai analizzato, ponderato, vagliato... hai fatto strategie studiando l'avversario... cercando di coglierlo nelle sue falle... cercando di non farti cogliere impreparato...

Hai beccato un avversario tosto.
Ma quanto gli hai tenuto testa!
Quanto filo da torcere gli hai dato!
Quanto l'hai guardato nelle palle degli occhi dicendogli "prova a vincere!".

Hai mosso le tue pedine sempre con il sorriso.
Senza mai perdere di vista nulla.... le cose importanti.
Senza perdere di vista nemmeno le pedine più indifese.
Senza perdere mai il gusto della sfida.
In fondo ti sei pure divertito!

Sei un disgraziato!!!!! Avevi persino le forze per aiutare gli amici!
Non bastava quello che facevi per te! Ancora ne avevi pure per noi!

Alfredo, Amico mio... quanto mi mancherai... quanto già mi manchi...

Ma, sai come funziona? Funziona che l'altra notte ti ho sognato che discutevamo e riuscivo a parlare con te perchè, conoscendoti, ero in grado di sapere come avresti ragionato. Ecco. Questo è il regalo più bello che mi hai fatto: la capacità di poterti tenere vicino ancora adesso e per sempre: per quello che mi hai dato... non sono solo avvenimenti, fatti o parole, ma un modo di vedere e interpretare le cose che ha dell'eccezionale e dell'arguto.

Di questo puoi veramente andarne fiero!

E allora oggi io auguro a te:

- un fienile di saporiti tabacchi da gustare nelle più belle radiche del mondo
- un mare di cozze dei pescatori di Fano da addentare con voluttà nel laboratorio di Bruto
- un fiume di chinotto da sorseggiare nel centro di Firenze

Qualcuno mi ha detto che almeno ora non soffri più...
Io, invece, penso che avresti preferito giocare ancora.
Soffrire, sfidare, lottare... questa è la tua indole!
Va bene così. Sottil, hai fatto una splendida partita. Che spettacolo vederti!
Per me hai vinto tu. E basta.

Venerdì, 25 Luglio 2014 17:00

Sorridere alla vita

voglio dire... qui c'è gente che ha affrontato la morte sorridendo...
non sarà che noi non possiamo affrontare la vita sorridendo..

Sabato, 09 Agosto 2014 16:55

Pensando ad Alfredo

Alfredo avrebbe potuto forse vivere altri 40 anni.
Ma da tempo sapeva che non sarebbe stato possibile.
Ha deciso di godersi tutto il bello, il buono e l'interessante che la vita gli proponeva ancora fiduciosa del suo succoso richiamo.
Alfredo, per molti aspetti, ha vissuto da malato la parte migliore della sua vita.
Voglio da sana godermi la vita.
Fare tutte quelle cose che mi piacciono (e, dio solo lo sa, quante sono!).
Alzarmi la mattina presto.
Lavorare. Parlare. Musicare. Filmare. Fotografare. Viaggiare. Fumare.
Parlare con le persone.
Accumulare saggezza dalla loro saggezza.
Collezionare i sorrisi degli Amici felici.
Sentire il vento di una corsa in moto.
Aperitivare con mojito e patatine.
Curare la pelle con il sole caldo.
Condividere. Amare. Fare.
Fare.
perchè alla fine non si dica che non ho vissuto.
perchè alla fine io non mi spenga con un monte di rimpianti.

Domenica, 26 Ottobre 2014 19:07

Il primo volo

Se un uccellino ha paura di volare... lascia che guardi da solo lo spazio in cui gettarsi e prenda il suo tempo per trovare la forza di farlo... non proteggerlo, non incitarlo, non angustiarlo... lascialo da solo a guardare quello spazio affinchè lui ci prenda da solo misura e confidenza

Domenica, 26 Ottobre 2014 23:59

Raggiungere i sogni

I sogni sono fatti per poterci lavorare su per raggiungerli

Lunedì, 27 Ottobre 2014 23:50

Amico o schiavo?

non diventare mio schiavo
non potresti più essermi amico

Mercoledì, 29 Ottobre 2014 00:17

L'anziana signora dal vestito a pois

Questa domenica ho visto una signora molto anziana... e molto acciaccata nel fisico... era accompagnata da una badante che, pazientemente, le sosteneva il braccio mentre lei, con uno sforzo sovrumano, avanzava di un centimetro alla volta, ben ricurva su se stessa, nella sua "folle corsa" contro la vecchiaia.

Era vestita elegantemente in un abito leggero color panna a pois scuri.
La gonna sotto il ginocchio e la giacca che le svolazzava attorno al bastone e al braccio della badante. quella fantastica donna, quella mattina, ha ucciso la morte sfidandola: s'è messa il vestito bello, ha afferrato il bastone (e la badante) ed è andata a godersi la passeggiata cittadina della domenica. dio mio! che emozione! una donna che ancora ha la forza e la dignità di prendersi cura di se stessa, nonostante tutto.

Ti amo, anziana signora dal vestito a pois. me li ricorderò per tutta la vita.

Mercoledì, 29 Ottobre 2014 23:00

Un giorno sono arrivata a pesare oltre 120 kg

un giorno sono arrivata a pesare oltre 120 kg
avevo l'ipertensione alle stelle
nervo sciatico schiacciato dalle vertebre
non facevo più di 100 metri senza giungere all'insensibilità della gamba
non facevo più di 100 metri senza morire dal fiatone
per prima cosa mi sono costretta a dormire le ore che mi servivano
per seconda cosa sono andata dallo psichiatra
perchè non potevo curare nulla del corpo se prima non curavo la testa

la cosa più bella che mi hanno insegnato i due stupendi psichiatri che ho avuto, è stato "dare un nome alle cose che fanno male" e smettere di nascondermi dietro un dito dando le colpe a terzi
mi hanno stupito mostrandomi, a volte solo con un sorriso, come mi stavo fissando su certi pensieri che vedevo neri solo io
ma ammettere le cose... anche gli errori, gli sbagli, le fissazioni, i fallimenti... non ti fa sentire male... ti fa tirare un sospiro di sollievo da piangere di goia!
dovrebbero provarlo tutti
ammettere di essere stato "un patacca" aumenta l'autostima più di fingere di non esserlo mai stato.
grazie alle persone che me lo hanno insegnato

Giovedì, 30 Ottobre 2014 21:26

Le sfide mi emozionano

Le sfide mi emozionano.
Mi lasciano un piccolo brivido di paura sulla colonna vertebrale, ma mi eccitano il midollo spinale.
Mi caricano come un Super Sayan.
Divento bionda ed emano energia.
Il risultato è secondario.
Quando mi sento così ho già vinto.
Ho già capito come vanno affrontate le situazioni.
Vincere sarà solo una ovvia conseguenza.
Non vincere sarà solo una ovvia conseguenza della vita.

Sabato, 01 Novembre 2014 23:53

Venderò

venderò la mia moka rassicurante sul fuoco
per una vita intensa ed emozionante
venderò il posto fisso e la sua busta paga
per non morire disidratato e inaridito dalla vita
venderò le mura ombrate della quotidianità
per una vita di emozioni e vita

Lunedì, 03 Novembre 2014 12:54

Disperati abbracci alle spalle

ti abbarbichi in un abbraccio dalle spalle
passi indifferente mentre fa altro
disperatamente cerchi qualcosa
ma qualcosa non c'è più
o non c'è mai stato...
lo hai mai chiesto se c'è stato?

Sabato, 15 Novembre 2014 00:33

Le cose che mi ha insegnato mia madre

►LE COSE CHE MI HA INSEGNATO MIA MADRE◄
- a non prendere in giro mai nessuno
- a rispettare gli animali
- a cucinare (ma non me lo ha mai insegnato lei)
- a prendermi cura di me
- ad essere autonoma
- a lavarmi le mani prima di andare a tavola
- a rifare il letto
- a stirare
- a passare l'aspirapolvere
- a non badare alle persone cattive
- a fare quello che voglio io e non quello che dicono gli altri
- a non accettare supinamente il prossimo
- a non aver paura di far valere i propri diritti
- ad assumersi l'onere dei propri doveri
- a non essere vanitosa
- a sorridere
- a non credere alle bugie
- a non disperare
- a diffidare delle adulazioni
- a rammendare i calzini e attaccare bottoni
- a usare la testa

Sabato, 15 Novembre 2014 00:44

Le cose che mi ha insegnato mio padre

►LE COSE CHE MI HA INSEGNATO MIO PADRE◄
- a cavarmela da sola
- a giocare a calcio
- a giocare a ping pong
- a lavorare per essere indipendenti
- a chiudere la coda in bicicletta
- a fare le partenze con la macchina
- a non credere al primo che passa
- a trovare sempre una soluzione
- a impegnarsi per ottenere le cose
- a stare lontana dai guai
- a essere responsabile
- a prendere le castagne dagli alberi
- ad arrampicarmi sugli alberi
- a non disperare
- a traslocare senza drammi
- a cambiare lavoro quando il vecchio non ci piace più
- a non accettare supinamente la vita
- a usare la testa

Sabato, 15 Novembre 2014 17:43

Le cose che ho imparato da sola

►LE COSE CHE HO IMPARATO DA SOLA◄

- che il mondo è pieno di carogne, ma anche di splendide persone
- che è alle splendide persone che va prestata attenzione
- che la menzogna è più veloce della verità
- che il tempo è un galantuomo parecchio lento, ma tenace
- che non è bello chiedere sempre alle persone
- che è giusto chiedere quando si è in difficoltà
- che credere alle favole è pericoloso
- che credere nei propri sogni e aspirazioni è favoloso
- che a salvare noi stessi, siamo solo noi stessi
- che quando c'è da andare in guerra, ci si arma e si parte senza paura
- che la paura è un campanello d'allarme da ascoltare
- che la paura è un freno insensato da mollare più spesso
- che la vita fa sorridere se sai sorridere
- che la vita fa piangere, ma non per sempre
- che quando un amico ti offre la mano, la devi prendere
- che quando un amico ti chiede la mano, gliela devi porgere
- che quando vuoi bene a una persona, la devi abbracciare
- che non devi abbracciare per formalità o abitudine
- che l'amore è una cosa strana che molti pensano di avere, ma pochi hanno
- che l'amore è quello che diamo e torna indietro nello stesso modo
- che un cane è una grande gioia nella vita
- che per andare in moto, bisogna averci l'animo da biker: e io ce l'ho
- che per realizzare un sogno, non bisogna sognare
- che devo credere in me stessa perchè quello che valgo fa paura
- che quando si cade, si alza la moto e ci si rimette in sella
- che la musica riempie il cuore di tutte le emozioni che hai dentro
- che anche il re è un triste e misero uomo
- che ridere degli altri, non fa sorridere me
- che una birra in compagnia è meglio di una birra da sola

e poi ancora

- a leggere e capire i messaggi delle favole
- a leggere e capire oltre le righe e oltre le parole
- a leggere i gesti del corpo
- a imparare dagli altri
- ad ascoltare gli anziani
- ad essere educata
- a rispettare gli altri
- a non rispettare la malvagità
- a essere determinata
- a cercare le cose belle
- a vivere al meglio
- a non cedere all'ipocrisia dei regali di natale
- a cantare
- a suonare
- a usare le parole
- a scrivere le emozioni
- a non tremare
- a camminare con i piedi dritti
- a giocare a pallavolo
- a tirare di judo
- ad andare in moto (quasi)
- a studiare perchè ne ho voglia e non per un voto
- a crescere nell'animo, nelle forze, nello spirito, negli interessi
- a vivere con la mia testa, le mie emozioni, le mie ambizioni

Sabato, 22 Novembre 2014 17:45

Uscire con la pioggia

c'è gente che corre serenamente sotto la pioggia
c'è gente che non esce di casa perchè vede lontana una piccola nuvola

Lunedì, 24 Novembre 2014 18:33

Birra e dispiaceri

Ho visto un litro di birra affogare i dispiaceri
Ho visto i dispiaceri affogare un litro di birra

Lunedì, 01 Dicembre 2014 21:37

Chiodi

un chiodo... perchè oggi sei stanco
un chiodo... perchè il tuo passato è faticoso
un chiodo... perchè a lavoro è stata dura
un chiodo... perchè sei triste
un chiodo... perchè si è rotta la macchina
un chiodo... perchè la tua squadra ha perso
un chiodo... perchè la tredicesima è già finita
un chiodo... perchè la vita è dura
un chiodo... perchè non sai come fare

un chiodo dopo l'altro... 
mi hai riempita di chiodi... 
fino a quando, un giorno, ho finito lo spazio per i chiodi
e ti ho voltato le spalle

togli un chiodo... perchè a 60 anni sei diventato grande
togli un chiodo... perchè i soldi non sono più un problema
togli un chiodo... perchè il passato è ormai passato
togli un chiodo... perchè la macchina è nuova
togli un chiodo... perchè sei in pensione
togli un chiodo... perchè la vita è più serena
togli un chiodo... perchè ora sai sempre come fare

si... però... hai maciullato il mio cuore e ho sempre paura quando ti vedo 
anche se stai cercando di togliere i chiodi
ho il terrore che tu me ne voglia mettere un altro

Giovedì, 04 Dicembre 2014 21:51

Piani, regole, eccezioni

Non ci sono piani da rispettare.
L'eccezione è la regola.
La regola un caso.

Martedì, 09 Dicembre 2014 17:32

Divenni saggia

sono diventata saggia quando ho guardato la follia negli occhi
e mi ha fatto paura

ricordarsi che la vita è una botta di fatica
ricordarsi che si piangerà (tanto)
ricordarsi che nessuno è un tuo possesso
ricordarsi che l'amore finisce
ricordarsi che pure i soldi finiscono
ricordarsi che non esistono principi azzurri
ricordarsi che non esistono vite perfette da mulino bianco
ricordarsi che quando si cade ci si rialza senza tante storie
ricordarsi che si muore (figli, genitori, sposi, amici..)
ricordarsi che il mondo non ce l'ha con te
ricordarsi che quando finisce un capitolo, inizia solo il successivo
ricordarsi che un oggetto è solo un oggetto
ricordarsi che gli amici vanno curati se te li vuoi trovare
ricordarsi che nessuno ha obblighi verso di te
ricordarsi che tu sei il primo che deve amarsi
ricordarsi che le cose rotte si buttano senza drammi
ricordarsi che ammettere gli errori è solo un atto intelligente

Giovedì, 11 Dicembre 2014 19:22

Stimo gli uomini

stimo gli uomini che non temono la loro sensibilità
stimo gli uomini che abbracciano le donne
stimo gli uomini che sanno di essere solo uomini
stimo gli uomini che accarezzano i cani
stimo gli uomini che rispettano le donne
stimo gli uomini che non cercano una colf per moglie
stimo gli uomini che soffrono per non far soffrire
stimo gli uomini che non cercano una seconda madre per moglie
stimo gli uomini che non aprono la porta ma sorridono sinceri
stimo gli uomini che ti trattano come una persona e non come una "donna"
stimo gli uomini che non devono dimostrare di essere uomini

Giovedì, 11 Dicembre 2014 19:22

Stimo le donne

stimo le donne che sanno dire di no
stimo le donne che vanno in moto
stimo le donne che fumano la pipa
stimo le donne che sanno dare un pugno con lo smalto
stimo le donne che non trattano i mariti come bancomat
stimo le donne che non si trattano come colf
stimo le donne che sanno scrivere i loro pensieri
stimo le donne che hanno pensieri personali
stimo le donne che ignorano cosa sia il gossip
stimo le donne che non devono essere sempre accompagnate
stimo le donne che ignorano di essere donne e sanno solo di essere loro stesse

Domenica, 21 Dicembre 2014 16:09

A Natale vorrei...

A Natale vorrei un mondo ubriaco.

Ubriaco per lasciarsi andare e dire tutto quello che ha davvero nel cuore
Vorrei che si buttassero fuori tutti i sentimenti dal proprio cuore.
Quelli d'amore, ma anche quelli di rabbia e odio... quelli che bruciano!

A Natale vorrei un mondo che la smettesse di regalare solo oggetti
E iniziasse a regalare promesse e una valanga di buoni auspici
Quelle emozioni e sensazioni per cui vale la pena vivere

A Natale vorrei un mondo ubriaco.
Perchè è solo nell'euforia che ormai riusciamo a essere veri.
Perchè ormai anche le migliori intenzioni hanno solo il vestito a festa.

A Santo Stefano vorrei un mondo con il post-sbronza.

Venerdì, 02 Gennaio 2015 16:13

Buon anno

Auguro a me e a tutti i miei Amici...
245 giorni di sole per scaldarci le ossa e il cuore dal freddo della vita
73 giorni di pioggia per dissetare la terra e aspettare con ansia il ritorno del sole
28 giornate di vento forte che spazzi via i cupi pensieri e le amarezze
11 giorni di acquazzoni da ammirare dietro i vetri o da affrontare a braccia spalancate
5 giorni di neve per perdere i pensieri nell'accogliente ondeggiare dei fiocchi
3 giorni di grandine perché il ticchettio violento dei chicchi ci ubriachi
Auguro a me e a tutti i miei Amici...
di non dimenticare le sofferenze, perché ci rendono più forti
di non dimenticare i pianti, perché ci dissetano la pelle
di non dimenticare le cadute, perché ci insegnano a rialzarci
di non dimenticare le ferite, perché sono la nostra mappa
di non dimenticare i torti, perché impariamo a voltare pagina
di non dimenticare i lutti, perché sono solo parte della vita
Auguro a me e a tutti i miei Amici...
di ricordare che siamo padri e figli di noi stessi
di ricordare che il vero coraggio è nel nostro cuore
di ricordare che nulla è impossibile per chi ci crede
di ricordare che la "sfortuna" è solo una scusa
di ricordare che la vita è una torta da farcire come ci va
di ricordare che i nostri limiti ce li mettiamo da soli
...e, quindi, auguro a me e a tutti i miei Amici
di accettare con serenità la fine delle cose che sono state belle
di accettare con gioia le nuove felicità che la vita ci regala
di accettare i cambiamenti con entusiasmo e non con paura
di imparare a riconoscere il dono dell'Amore seppur sotto strane forme
di imparare a liberare la propria anima dalle costrizioni sociali
di vivere in pace con se stessi senza obblighi e senza falsità

Domenica, 04 Gennaio 2015 13:56

Direzione ostinata e contraria

mi hanno messo in "direzione ostinata e contraria"
e quanti ne sventolano la bandiera dimenticandosene tutti i giorni
mi hanno messo in "direzione ostinata e contraria"
per quanti ne sventolano la bandiera dimenticandose tutti i giorni
mi hanno messo in "direzione ostinata e contraria"

Domenica, 04 Gennaio 2015 22:07

Istanti di grandezza

la grandezza della cose ti sfiora distrattamente
alleggerisce con un soffio un istante della tua vita
ti volti stordito incapace di cogliere quell'istante
bisogna allenarsi a far durare di più quell'istante

Lunedì, 12 Gennaio 2015 21:46

Le mamme

► PER LA LIBERAZIONE DELLE MAMME DAL RUOLO DI "SONO TUTTE BELLE LE MAMME DEL MONDO"◄

La tua mamma non è la più brava cuoca di tutte le mamme del mondo.
La tua mamma non è la più bella di tutte le mamme del mondo.
La tua mamma non è la più intelligente di tutte le mamme del mondo.


La tua mamma cucina bene o male come tante altre donne.
La tua mamma sbaglia come tante altre donne.
La tua mamma è bella o brutta come tante altre donne.

La tua mamma forse dà il meglio, ma sbaglia spesso.
La tua mamma ti ha dato tante cose belle, ma anche non perfette.
La tua mamma è solo una donna che ha avuto figli.

La maternità non l'ha resa migliore o peggiore di quello che già era.
Nessuno di noi ha la mamma migliore del mondo, anche se ne siamo certi.
Le mamme sbagliano e ti lasciano segni indelebili.
Impariamo a riconoscere l'umanità della mamma e a non farci sopraffare in quanto figli da dogmi che ci tengono prigionieri.

Venerdì, 16 Gennaio 2015 22:28

I gradini

c'è un solo modo per salire le scale: fare tutti i gradini.
non c'è nessuno che possa bypassare i gradini.
i gradini sono tanti. non se ne vede la fine.
ma la fine c'è. tutti i gradini.
ma non vedi la fine.ma la fine c'è.
se hai imparato a fare i gradini, non c'è scala che tu non possa superare.
sai fare i gradini?

Giovedì, 22 Gennaio 2015 23:12

Le parole non bastano

non basta dire "per favore" per essere educati
non basta dire "lo voglio" per amare davvero
non basta dire "lo farò" per farlo davvero


le parole non bastano per dare sostanza
la sostanza non ha sempre bisogno di parole
quando parole e sostanza si incontrano: nasce un Uomo.

Venerdì, 23 Gennaio 2015 22:06

MasterChef & Co...

~Panem et circenses~


Attendo fiduciosa il primo REALITY sull'ESSERE UMANO.
Quello che non mi dice se sono un bravo chef, ma se sono un Uomo con la maiuscola al posto giusto.


Se so interrogarmi sui dilemmi esistenziali.
Se so stare con me stesso e con gli altri.
Se il rispetto e la libertà hanno confini ben precisi da rispettare.
Se la mia intimità è coccolata quanto le mie fauci.


Quante parole "profonde" e quante riflessioni articolate per una pietanza da servire.
Si potesse usare tanta profondità in tv per valutare la vita e l'essere umano e diventare tutti un po' più consapevoli dell'esistenza a sto mondo.
Quanto meglio sarebbe invece di obnubilare i pensieri e la crescita interiore in favore della crescita della pancia.

Domenica, 25 Gennaio 2015 00:38

Passioni

Una passione la si coltiva come si coltiva un figlio: insistendo e sgridandola affinchè faccia delle cose fatte bene.
Non le si sta dietro osservando e dandole ragione sperando che ci dia soddisfazioni come per magia.
E ho detto tutto.

Domenica, 25 Gennaio 2015 00:44

L'amore

L'amore.. cos'è?
Un canto con il suo controcanto.
La felicità di accordarsi con il sorriso dell'altro.
Un DO di petto in uno sguardo che rimbomba.
Uno spartito dove le note ballano per noi due.

Mercoledì, 04 Febbraio 2015 23:01

Cara Emilia

Cara Emilia,
ti voglio bene, sai? Non te l'ho davvero mai detto, ma te ne voglio.
Non smetti mai di stupirmi! La tua irruenza e la tua saggezza sono una contraddizione speciale. A volte non si sa come tenerti a freno... a volte sei inchiodata nelle tue idee che tentare di spostarti è una fatica ercolina. Eppure vai avanti! Sempre e comunque. Hai imparato a non andare di fretta per non fare "gattini ciechi". Quanta fatica per impararla. Quanto ancora devi sforzarti per calmare la tua voglia di "tutto e subito". Ma sulle spalle, sulle braccia, i polsi, le cosce.. quanti segni... quanti tagli... quante cicatrici... quanto ci hai digrignato i denti e poi pianto e poi ancora digrignato i denti su quelle ferite... su quei tagli... su quelle copiose gocce rosse....

Cara Emilia,
ti voglio un mondo di bene. Perchè sei l'unica a non avermi mai deluso o amareggiato. Perchè sei quella che mi è stata più vicino anche nei momenti più neri del nero. Quello dove il nero non è un colore, ma la disperazione dell'anima. Mi spaventi in quei momenti perchè la stessa gioia di vivere che hai... si trasforma in un bazooka di auto-distruzione. Lì ho paura e vorrei abbracciarti per dirti di non aver paura. Perchè il nero prima o poi si schiarisce... Ma tu non ascolti in quei momenti. Non ti si prende più. Punti il nero come obiettivo. Ma lo sai, dentro di te, che quando avrai centrato quel nero obiettivo, lo spaccherai per tornare alla luce.

Cara Emilia,
ti ho visto sai? Ti ho visto piangere lacrime senza forza nelle braccia. Lacrime di ferocia tra i denti. Lacrime di gioia che si contraggono in smorfia per un sorriso riconquistato. Ti ho visto cadere, strisciare, affondare gli occhi nel fango, puntare i piedi e i pugni, rialzarti sui gomiti, sulle ginocchia, lasciando scivolare gocce di terra dal viso e dai capelli.Ti ho visto piangere e ridere con gli occhi di chi sa che ha la forza di rimettersi in piedi.

Cara Emilia,
unisci i tuoi puntini. Non hai idea del disegno che ne verrà fuori. Tante cose prendono senso e tante ancora non ce l'hanno. Ma tu uniscili fino alla fine. Tanto lo so che lo sai. Quel disegno, alla fine della fine dei puntini daranno un disegno di meraviglia per chi ti ha visto, per chi sentirà i tuoi racconti, per chi sentirà i racconti di te.

Cara Emilia,
non avrei potuto desiderare una persona più tosta con cui confrontarmi tutti i giorni della mia vita.
Grazie che sei ancora qui.

Giovedì, 12 Febbraio 2015 01:16

Talento?

Un pensiero chiaro e profondo sa pescare le giuste parole e infilarle una dietro l'altra come un perfetto domino che lascia nell'ultimo tassello un punto di imbarazzante esaustività.

Venerdì, 13 Febbraio 2015 11:54

Stimoli, errori, sfide, competizioni

senza STIMOLI non c'è stimolo
senza ERRORE non c'è ricerca del miglioramento
senza SFIDA non c'è competizione
senza COMPETIZIONE non c'è vittoria

PS
la vittoria è soggettive

Venerdì, 20 Febbraio 2015 17:45

Paura della vita

Avere seriamente paura della vita è l'unico modo per non temerla!

Martedì, 24 Febbraio 2015 18:48

Essere se stessi

è una droga essere se stessi
quando ti sei assaggiato, non puoi più fare a meno di te stesso
ti manca l'aria ogni volta che non sei te stesso

Lunedì, 02 Marzo 2015 21:58

Amico mio che soffri

Amico mio che soffri come e più di me
Amico mio che nel futuro non vedi più futuro
Amico mio che rassegnato prosegui una vita non tua

Sento il tuo dolore arrivare fino dentro di me
Sento la tua rassegnazione scavare nella pietra
Sento la malinconia ingabbiarti nei sensi di colpa

Uccidi, per favore, i sensi di colpa
Apri, ti prego, gli occhi sulle emozioni
Spalanca, per piacere, le braccia alla vita

Urla quel nome che ti attanaglia lo stomaco
Sbraita con forza la tua arrabbiatura
Sommessamente invita a lasciarti vivere

Giovedì, 19 Marzo 2015 12:34

Festa del papà

Scontrati e incornati fino allo spasimo, fino alla follia, fino allo stremo delle forze.
Dicono perchè abbiamo lo stesso carattere, perchè siamo due tremendi scassaminchia.
Perchè a nessuno dei due piace perdere e perchè entrambi sappiamo di avere ragione.

Grazie che non hai mai creduto in me così ho avuto la possibilità di dimostrarti che ti sbagliavi.
Grazie di non aver assecondato i miei "capricci" perchè conquistarsi le cose da soli dà più soddisfazione.
Grazie avermi preso in giro fino al pianto perchè oggi non piango più e sogghigno tra i denti della meschinità umana.
Grazie per avermi fatto sentire un'appendice familiare così da ringraziare oggi chi mi fa sentire importante.
Grazie per essere stato maschilista, così ho potuto affermare ad alta voce la mia forza di Donna talentuosa.
Grazie perchè non hai avuto l'hobby dei figli e non ci hai riversato le aspettative della tua vita.
Grazie perchè discutere con te è stata la cosa più faticosa del mondo, ma l'abilità dialettica l'ho imparata lì... ora non mi batti più!
Grazie perchè a furia di avere paura di te ho imparato a non avere più paura delle persone.

Grazie per quella volta che da piccola l'altalena mi ha schiacciato un piede... 

e siamo volati in infermeria avvolti dal mantello di superman.
Grazie per quella volta che stavo volando con la macchina già da un fosso...
e mi hai detto solo "puoi tirarla su da sola la tua macchina" e io l'ho fatto.
Grazie perchè non ti è sembrato strano che andassi a fare il liceo classico in una casa di ragionieri...
ed è stata tra le migliori cose che potessi fare per me.
Grazie per quella volta che siamo andati dai carabinieri...
perchè avevo bisogno di qualcuno che mi ci accompagnasse.

Grazie per quella volta che mi hai detto che gli animali si rispettano, che non si lanciano sassi contro le persone, che le farfalle non vanno prese in mano sennò non volano più, che alle lucertole non si taglia la coda per divertirsi, che è pericoloso sparare i botti a capodanno anche se vivi in campania.
Grazie che mi hai insegnato che quello che fa la massa non deve avere niente a che fare con me.
Grazie perchè non hai sottomesso la tua vita per viziare i figli perchè non me lo sarei perdonato.
Grazie che mi hai dato la paghetta solo dopo aver fatto un lavoretto.
Grazie che non mi hai mai trattato da figlia-principessa perchè oggi sarei una cretina qualunque.
Grazie perchè volente o nolente mi hai dato la forza di un'amazzone.
E non ho più paura di te. E so che ho fatto quello che volevo con le mie forze.

Incazzosa e determinata come anche tu sai essere.
Grazie perchè il mestiere di "genitore" non è proprio un tuo talento.
Ma nonostante ciò, per una formula magica a me sconosciuta, hai creato una forza della natura.

Lunedì, 23 Marzo 2015 16:46

Il callo sul cuore

Ho un callo sul cuore
che non fa più rumore
da dentro mi guarda
e pace non azzarda

Ho un callo sul cuore
che batte sul dolore
insiste silenzioso
al vivere increscioso

Ho un callo sul cuore
che ogni giorno muore
e non mi dà la pace
nè un'anima audace

Lunedì, 30 Marzo 2015 22:12

Al Prof. Pagano

Passi lenti e tranquilli da scuola verso le proprie case
Passi piccoli e sereni inciampavano in grandi insegnamenti
Gambe forti ascoltavano con attenzioni le gambe stanche
Gambe stanche spiegavano il percorso alle gambe forti
Un passo per imparare il rispetto
Un passo per imparare l'umiltà
Un passo per imparare la determinazione
Un passo per imparare il pensiero
Un passo dopo l'altro per imparare di essere Uomini

Lunedì, 30 Marzo 2015 23:45

Le vere Principesse

Le vere Principesse
cambiano l'olio al motore della carrozza e danno la biada ai cavalli.
Le vere Principesse
danno la sveglia al principe azzurro che si è perso nel bosco
Le vere Principesse
ruttano dopo la birra, ma sanno amarti come nessun'altra

Lunedì, 01 Giugno 2015 12:34

Ho bisogno di passione

ho bisogno di PASSIONE
di un abbraccio che stritola le costole, il cuore e la milza in una morsa animale
di un bacio che dalle labbra arriva allo stomaco padssando per tutti i neuroni e li manda in tilt
di fare l'amore come se un domani non ci fosse perchè il domani è arrivato e non bisogna sprecarlo

le favole rosa le lascio alle principessine di 10 anni intente alle bambole
io sono le 50 sfumature di grigio, di rosso, di verde e di blu
grigio come i meandri più reconditi del cuore e del pensiero
rosso come il fuoco eterno che ti condanna ad amare per sempre
verde come il brillare feroce e accogliente dei miei occhi accesi
blu come il mare che con il suo fascino non lascia scampo all'emozione

sono l'amazzone della passione e del sentimento
sono la vichinga della determinazione e dell'impegno
sono l'aviatrice russa pronta a bombardare le tue abitudini

Giovedì, 02 Luglio 2015 11:07

Scrivo

Mischio dolore, gioia e malinconia
in mille parole imparate chissà dove e chissà quando

Mischio suoni, colori, sapori e odori
in quelle figure retoriche imparate sui banchi scorticati

Mischio la vita, i sogni e le ambizioni
in versi tumultuosi che solo il mio cuore sa dove conserva

Lunedì, 13 Luglio 2015 14:22

Rughe

Tempo che passi solitario, ti dono le mie rughe: fanne un origami di bei ricordi.

Giovedì, 01 Ottobre 2015 16:34

Ti amo

sono felice
perchè ho braccia per abbracciarti
gambe per avvinghiarmi a te
la bocca per cantarti le mie parole
orecchie per ascoltare i tuoi sentimenti
un cervello per entrare in empatia con te
un cuore per non dimenticarmi le cose importanti

Mercoledì, 14 Ottobre 2015 22:35

Dolore

Dolore, amico della vita. Che non mi abbandoni nemmeno quando rido e mi diverto. Dolore vigliacco che mi laceri mentre dormo, mentre penso ad altro. Mentre canto e mentre lavoro. Dolore infimo e stronzo. Lasciami vivere.

Venerdì, 11 Dicembre 2015 23:02

Stimo gli uomini

stimo gli uomini che non temono la loro sensibilità
stimo gli uomini che abbracciano le donne
stimo gli uomini che sanno di essere solo uomini
stimo gli uomini che accarezzano i cani
stimo gli uomini che rispettano le donne
stimo gli uomini che non cercano una colf per moglie
stimo gli uomini che soffrono per non far soffrire
stimo gli uomini che non cercano una seconda madre per moglie
stimo gli uomini che non aprono la porta ma sorridono sinceri
stimo gli uomini che ti trattano come una persona e non come una "donna"
stimo gli uomini che non devono dimostrare di essere uomini

Venerdì, 11 Dicembre 2015 23:03

Stimo le donne

stimo le donne che sanno dire di no
stimo le donne che vanno in moto
stimo le donne che fumano la pipa
stimo le donne che sanno dare un pugno con lo smalto
stimo le donne che non trattano i mariti come bancomat
stimo le donne che non si trattano come colf
stimo le donne che sanno scrivere i loro pensieri
stimo le donne che hanno pensieri personali
stimo le donne che ignorano cosa sia il gossip
stimo le donne che non devono essere sempre accompagnate
stimo le donne che ignorano di essere donne e sanno solo di essere loro stesse

ricordarsi che la vita è una botta di fatica
ricordarsi che si piangerà (tanto)
ricordarsi che nessuno è un tuo possesso
ricordarsi che l'amore finisce
ricordarsi che pure i soldi finiscono
ricordarsi che non esistono principi azzurri
ricordarsi che non esistono vite perfette da mulino bianco
ricordarsi che quando si cade ci si rialza senza tante storie
ricordarsi che si muore (figli, genitori, sposi, amici..)
ricordarsi che il mondo non ce l'ha con te
ricordarsi che quando finisce un capitolo, inizia solo il successivo
ricordarsi che un oggetto è solo un oggetto
ricordarsi che gli amici vanno curati se te li vuoi trovare
ricordarsi che nessuno ha obblighi verso di te
ricordarsi che tu sei il primo che deve amarsi
ricordarsi che le cose rotte si buttano senza drammi
ricordarsi che ammettere gli errori è solo un atto intelligente

Sabato, 23 Aprile 2016 10:26

Il talento

talento: l'arte di far sembrare facili e naturali le cose difficili.

se sai farlo prima di studiarlo: hai talento.
se studi prima di farlo: il talento può essere compromesso.
se insegui un talento: non hai talento.
se il talento ti scopre: hai talento.

il talento ti abbraccia. 
se tu abbracci il talento: non hai talento.

non inseguire il talento degli altri: accogli il tuo. 
ce l'hai.

Martedì, 10 Maggio 2016 16:10

Costanza

Una serena costanza è il miglior allenamento.
Il sorriso davanti agli inciampi è un ottimo cerotto.

Sabato, 21 Maggio 2016 12:00

Peperoncino sei come me

Peperoncino sei come me.

Bello da vedere tutto colorato: i colori del sole!
Se lo assaggi è una botta nella bocca e nello stomaco: gusto deciso!
Quello terronico italiano è persistente: non te lo scordi facilmente!
E' una droga: quando l'hai assaggiato, non puoi più farne a meno!

 

Lunedì, 04 Luglio 2016 15:06

Stelle, pianeti e satelliti

Esistono 3 tipi di persone.
Le Stelle, i pianeti e i satelliti.
Le Stelle hanno luce, calore e una energia immensa.
I pianeti vivono di luce riflessa. Senza una stella diventano freddi e bui.
Un satellite ha bisogno di un pianeta per avere un'orbita da seguire perché senza non esisterebbe.

Mercoledì, 06 Luglio 2016 11:04

Beatitudini

Beati quelli che non si nascondono.
Beati quelli che sanno urlare rabbia e dolore.
Beati quelli che non abbassano lo sguardo.
Beati quelli che stringono carezze nei pugni.
Beati quelli che piangono dicendo la verità
Beati quelli che vivono vivendo.
Beati quelli che non si arrendono.
Beati quelli che non si accontentano degli scarti.
Beati quelli che la forza la trovano in loro stessi.
Beati quelli che i "normali" non li capiscono.
Beati quelli che sorridono davanti alle piccolezze umane.
Beati quelli che amano le persone e non i ruoli.
Beati quelli che come me non hanno paura di chi vuole sotterrarli con falsi valori.

Lunedì, 11 Luglio 2016 01:26

La donna dai progetti interrotti

La "donna dai progetti interrotti" aveva un lungo abito bianco dove nascondere se stessa, sfere di vetro per nascondere il dolore, case minuscole in cui sognava una vita felice.

La "donna dai progetti interrotti" milleuno ne aveva fatti da quando era una "bimba dai progetti infiniti": vivere la vita degli altri grandi di cui leggeva e vedeva nel paese.

La "donna dai progetti interrotti" progettava su se stessa le vite interessanti degli altri e non notava che le calzavano male e fuori misura nei fianchi, nelle maniche... vestiti non suoi in cui voleva entrare per forza.

La "donna dai progetti interrotti" interrompeva fidanzatini non adeguati alle sue aspettative, studi, gravidanze, lavori, passioni e felicità.

La "donna dai progetti interrotti" soccombeva sotto la sua necessità di progetti. Senza sapere che il progetto a cui avrebbe dovuto dedicarsi era "trovare se stessa".

La "donna dai progetti interrotti" non interromperò la catena di dolore. Quello sarà l'unico progetto non interrotto iniziato così tanto tempo prima.

Lunedì, 01 Agosto 2016 21:01

La Verità

La Verità che si nasconde nelle chiacchiere delle comari
La Verità che si nasconde nelle bugie dei vigliacchi
La Verità che si nasconde nella rabbia degli offesi

La Verità è un pane che non tutti possono masticare
La Verità è un succo che disseta gli onesti
La Verità è un dolce amaro quando urla e ti sbatte al muro

La Verità ti inchioda con le gambe al suolo
La Verità ti scruta gli occhi senza vergogna
La Verità ti annusa la paura che emani

Nella Verità avrai sete e fame di Giustizia
Nella Verità troverai la soddisfazione che cercavi
Nella Verità illuminerai il tuo cammino

Senza Verità i sonni non sono sereni
Senza Verità gli amori non sanno amare
Senza Verità te stesso non hai dignità

Giovedì, 04 Agosto 2016 18:29

Viaggio interrotto

Così: a mezz'asta come una bandiera in un giorno triste, come un respiro interrotto da un singhiozzo, come una finestra socchiusa a fine ottobre... Con un inizio preciso, ma con una fine improvvisa, senza la pace di un amen, senza il click della lampada del comodino. Un viaggio stroncato dal 'clunk' di un pensiero terrorizzato incapace di azione e decisione.
Ho fatto un lungo e intenso viaggio nei tuoi pensieri: ho visto il gelo e il fuoco, la pace e la tempesta, l'odio e l'amore. In un viaggio incostante, fatto di tappe casuali, ho ammirato tutto di te e di te con me. Un otto volante di emozioni che lasciano il cuore in gola, gli occhi sbarrati e quel desiderio di ricominciare. Lo chiamano "il male del marinaio": quando approda si volta nostalgico alla sua nave ripensando alla partenza. Non siamo marinai. Siamo viaggiatori inesauribili delle emozioni umane. Il nostro viaggio sono i sentimenti.

Martedì, 25 Ottobre 2016 17:24

A te!

A TE!
che della mia "stranezza" ne hai fatto uno scudo per proteggerti dai paletti che ti costringono in movimenti sempre limitati e uguali.
A TE!
che mi ammiri e mi temi e fai finta di disprezzarmi perchè i miei pensieri volano così alti che, cercando di guardarli, ti accechi.
A TE!
che hai bisogno di sovrastrutture per reggerti in piedi, mentre io sono affascinata dalla vertigine che mi danno i miei sogni.
A TE!
che purtroppo non potrai mai essere me.

Video collegato

Sabato, 04 Febbraio 2017 09:46

Cara Emilia, ti voglio bene

Cara Emilia,
ti voglio bene, sai?

Non te l'ho davvero mai detto, ma te ne voglio.
Non smetti mai di stupirmi! La tua irruenza e la tua saggezza sono una contraddizione speciale. A volte non si sa come tenerti a freno... a volte sei inchiodata nelle tue idee che tentare di spostarti è una fatica ercolina. Eppure vai avanti! Sempre e comunque. Hai imparato a non andare di fretta per non fare "gattini ciechi". Quanta fatica per impararla. Quanto ancora devi sforzarti per calmare la tua voglia di "tutto e subito". Ma sulle spalle, sulle braccia, i polsi, le cosce.. quanti segni... quanti tagli... quante cicatrici... quanto ci hai digrignato i denti e poi pianto e poi ancora digrignato i denti su quelle ferite... su quei tagli... su quelle copiose gocce rosse....

Cara Emilia,
ti voglio un mondo di bene. Perchè sei l'unica a non avermi mai deluso o amareggiato. Perchè sei quella che mi è stata più vicino anche nei momenti più neri del nero. Quello dove il nero non è un colore, ma la disperazione dell'anima. Mi spaventi in quei momenti perchè la stessa gioia di vivere che hai... si trasforma in un bazooka di auto-distruzione. Lì ho paura e vorrei abbracciarti per dirti di non aver paura. Perchè il nero prima o poi si schiarisce... Ma tu non ascolti in quei momenti. Non ti si prende più. Punti il nero come obiettivo. Ma lo sai, dentro di te, che quando avrai centrato quel nero obiettivo, lo spaccherai per tornare alla luce.

Cara Emilia,
ti ho visto sai? Ti ho visto piangere lacrime senza forza nelle braccia. Lacrime di ferocia tra i denti. Lacrime di gioia che si contraggono in smorfia per un sorriso riconquistato. Ti ho visto cadere, strisciare, affondare gli occhi nel fango, puntare i piedi e i pugni, rialzarti sui gomiti, sulle ginocchia, lasciando scivolare gocce di terra dal viso e dai capelli.Ti ho visto piangere e ridere con gli occhi di chi sa che ha la forza di rimettersi in piedi.

Cara Emilia,
unisci i tuoi puntini. Non hai idea del disegno che ne verrà fuori. Tante cose prendono senso e tante ancora non ce l'hanno. Ma tu uniscili fino alla fine. Tanto lo so che lo sai. Quel disegno, alla fine della fine dei puntini daranno un disegno di meraviglia per chi ti ha visto, per chi sentirà i tuoi racconti, per chi sentirà i racconti di te.

Cara Emilia,
non avrei potuto desiderare una persona più tosta con cui confrontarmi tutti i giorni della mia vita.

Grazie che sei ancora qui.

Venerdì, 24 Febbraio 2017 14:38

Cara Emilia - video

Video collegato

Venerdì, 24 Febbraio 2017 14:53

Devi dire NO

Video collegato

Venerdì, 24 Febbraio 2017 15:00

Abolisci il senso di colpa

Video collegato

Giovedì, 16 Marzo 2017 08:13

Amo me

Amo essere una Donna atipica e non preconfezionata
Amo essere una persona fragile e sensibile.
Amo essere una poderosa scassaballe.

Amo le persone come me che piangono spesso.
Amo le persone come me che si arrabbiano spesso.
Amo le persone come me che dicono di no spesso.

Amo avere la dignità delle mie debolezze.
Amo avere la dignità di un pianto in pubblico.
Amo avere la dignità della rabbia urlata.

Amo chi sono. Con debolezze e coraggio.

Giovedì, 24 Agosto 2017 17:48

Sii

sii semplice come la poesia
sii feroce come la saggezza
sii determinato come la calma

novità dal diario di una stalker...


  • "Sono sentimentalmente emozionabile.."
    "Sono sentimentalmente emozionabile.." Ma che sentimentalone è... non avrei mai detto. E, invece, guarda cosa mi scrive...Dolcezza mia... quanta musica ci emozionerà nel futuro.. quante ore passeremo insieme ad ascoltarla.Io e te nella…
    mandato online
    Giovedì, 18 Ottobre 2012 12:01
  • Sei il mio combattente
    Sei il mio combattente è sempre strano... a me sembri già un combattente...come me, del resto.ti amo, cavaliere. E se il destino ti sputa in un occhio ti fa molto male...A me oggi piacerebbe…
    mandato online
    Giovedì, 18 Ottobre 2012 10:59
  • Il Destino ci chiama
    Il Destino ci chiama va tutto a gonfie vele. Mario mi ama. Io lo amo.Lui mi manda gli indirizzi e i contatti per trovare lavoro a Pesaro.Io mando curriculum.Tutto gira per il verso giusto.Quanto…
    mandato online
    Giovedì, 18 Ottobre 2012 10:40
  • le vacanze insieme
    le vacanze insieme chissà... andare in crociera insieme.. Buongiorno nuovamente, roccia..e sia, non alimenterò ulteriormente le mie paranoie,lascerò a te il compito di tirare il freno d’emergenzaquando ce ne sarà bisogno..Se ti può…
    mandato online
    Mercoledì, 17 Ottobre 2012 11:23
  • Mangia castagne e pensa a me...
    Mangia castagne e pensa a me... mangia castagne a lavoro e mi pensa... Una delle mie ragazze ha portato le caldarroste (non dire niente,qui da me in ufficio se magna e se beve a ogni ora..).Stavo…
    mandato online
    Mercoledì, 17 Ottobre 2012 11:23
  • Pensieri
    Pensieri Un giorno staremo nella stessa casa a goderci le serate insieme Una cosa che mi gira in testa da qualche giorno:durante la settimana lavorativa, prima che fra di noinascesse questo…
    mandato online
    Martedì, 16 Ottobre 2012 15:23
  • "ti amo, non dubitarne mai.."
    "ti amo, non dubitarne mai.." Chè non sono un passeggero qualunque, io :-D La moto la uso come taxi per Andxxx.Con te non sarebbe un taxi. Un giroinsieme ha tutt’altra valenza..Andxxx non vale, non ho…
    mandato online
    Martedì, 16 Ottobre 2012 14:24
  • TU SAI DONARE.
    TU SAI DONARE. Mi promette di portarmi in moto... che non ci porta mai nessuno... ma me si! ♥ Davvero pensavi di non sapere donare serenità?Non solo si dona, ma anche si riceve.E…
    mandato online
    Martedì, 16 Ottobre 2012 14:03
  • "sei la mia donna..per sempre.."
    "sei la mia donna..per sempre.." E' un grande rapporto. Ci compenetriamo nell'animo come non mai. Ci scambiamo non solo amore e sentimenti.Ma qualcosa che siamo più dentro. Hai la capacità di lasciarmi senza parole..Mi stai…
    mandato online
    Martedì, 16 Ottobre 2012 12:17
  • Non avere paura: la paura uccide
    Non avere paura: la paura uccide Accidenti, Mario è ammazzato di paura. Tutta questa storia è linfa vitale per la sua esistenza, eppure si fa inchiodare dalla paura.Come diceva il Guccio "tra lei e quell'altra che…
    mandato online
    Martedì, 16 Ottobre 2012 10:44
© 2017 oremy - non copiare nulla senza avermi prima chiesto il permesso! ho un bravo avvocato..