#oremylottapervoi

Diario di una Stalker


Lunedì, 27 Ottobre 2014 15:47

La paura

►LA PAURA◄
ti può avvisare di due cose:
1- che stai andando incontro a un pericolo
2- che pensi che stai andando incontro a un pericolo
in ogni caso dovresti fermarti a riflettere sulla cosa

Lunedì, 27 Ottobre 2014 16:44

Fare i ribelli

Facile fare i ribelli alternativi quando non c'è da affrontare la vita

Martedì, 28 Ottobre 2014 11:41

Metodo Montessori di Ottavio

►METODO MONTESSORI◄
"studia... che non sei nè stupida nè menomata..."
ottavio dixit

Mercoledì, 29 Ottobre 2014 12:25

Invidia e compassione

ad avere compassione degli sfortunati si fa presto
tutti bravi così
prova a non avere invidia delle persone fortunate

Domenica, 02 Novembre 2014 17:06

Annaffiare

Ho visto gente annaffiare piante morte.

Domenica, 02 Novembre 2014 17:07

L'ape operaia

Ape Operaia Xam, matricola 42024 dell'Alveare del Buon Costume.

Anche oggi ho prodotto tutto il miele che mi era stato commissionato.
Ho rigurgitato tutto il polline che mi hanno portato le bottinatrici.
Non ne ho fatto cadere nemmeno un granello.
Tutto in bocca a succhiarlo e risputarlo.
Tutto fino alla fine. Non si spreca. Sono un'ape operaia.
Comunque a me il miele non piace.
Ma la Regina non ammetterebbe una considerazione del genere.
Oggi ho la serata libera...

Posso andare al bar a vedere quella apina sexy.
So che le piaccio! Quando mi guarda da lontano le fremono le alucce.
So cosa vuole da me. Vuole me. E pure io, a dire il vero, la vorrei.
Vorrei sentire la leggiadria delle sue ali avvolgermi le strisce.
Vorrei sentire la sua peluria confondersi con la mia.
Vorrei sentire l'intreccio delle nostre antenne vibrare all'unisono.
Ma domattina devo tornare a masticare il miele.
Quando lo avrò masticato abbastanza, ci devo foderare le pareti delle nostre celle.

Celle...

Comunque a me il miele non piace.
Ma la Regina ha detto che sono un'ape operaia e devo fare il miele.

Però stasera quell'apina mi solletica le idee più del solito.
Nell'alveare la guardano male, dicono che sia una matta... una ribelle.
Pare abbia avuto un altro alveare prima del nostro.
Lei è una bottinatrice. Va in giro nei prati a raccogliere il nettare.
Lei vede il mondo e la sera viene a raccontare le sue avventure al bar.
Sono timido. Ancora non so come avvicinarla.
L'idea di andare con lei a impollinare i fiori del mondo mi illumina lo sguardo.
Fremono le alucce anche a me al pensiero.

Mamma, quando ero piccolo, mi diceva sempre "vedrai che ape operaia mi diventi!" e intanto mi ficcava granelli di polline in bocca.
E a me andava di traverso, ma alla fine lo masticavo lo stesso.
Due colpi di tosse, un conato di vomito... e poi iniziavo a rigurgitarlo per farlo diventare miele.

Comunque a me il miele non piace.
Ma mamma e la Regina dicono che sono "sciocchezze".

Stasera ho incrociato il suo sguardo.
Un attimo di distrazione e mi sono fatto beccare a guardarla.
Accidenti! Che occhi... ci vedo tutti i pollini del mondo!
Mi ci sono perso dentro troppo a lungo e mi sento circondato da petali profumati, dalla brezza dei campi in estate, dai ronzi di tutti gli altri insetti diversi da me.
È una vertigine di felicità che non conoscevo.
Uh! Mi sento ubriaco!!! Gira tutto! Il mondo gira! Io giro! Ho smesso di masticare! Ah ah! Che lusso!

Non vedo più la mia cella! Vedo azzurro in alto e giallo in basso. Vedo lei che mi avvolge nei suoi voli pazzi.
Vedo l'infinito lontanissimo.
Vedo... vedo.... Vedo la Regina!
Oddio... si dirige verso di me.
Mi vuole a rapporto. E io sono fregato. Accidenti!

Ape Operaia Xam, matricola 42024 dell'Alveare del Buon Costume.
"Cosa ci facevi al bar?"
Cosa ci facevo? Boh.... pensavo di poterlo fare...
"Perchè eri al bar?"
eh... perchè...? volevo una birra... a me il miele non piace.... ma non glielo dico... sai come si arrabbia?
"Una brava ape operaia non va al bar!"
davvero? Acc... e mica lo sapevo... io pensavo che...
"Non si va! Sei un'ape operaia. Io la Regina. So cosa devi fare. Non si va al bar"
ma a me il miele non piace....
"Cosa direbbero le altre api operaie se sapessero?"
che direbbero... che mi piace la birra...
"Le api operaie amano il miele"
ma non è vero... non a tutte... mi piace la birra...
"Tu sei un'ape operaia e ami il miele."
si, vero....
"Forza, Ape Operaia 42024, torna a fare il miele!"
mi chiamo Xam...
"Torna nella tua cella, domattina sveglia presto, Ape Operaia"

Che buono il miele....



 

Lunedì, 10 Novembre 2014 19:09

A tu per tu con la verità

"chi sei?"
"sono la verità..."
"no... "
"oh sì.... dovevamo incontrarci prima o poi...."
"no...."
"scappare non può durare..."
"no..."
"si...."
"qual è la verità?"
"ma tu la sai... da sempre..."
"quale?"
"guardati attorno..."
"non c'è niente...."
"esatto"

Lunedì, 10 Novembre 2014 19:22

A tu per tu con la verità 2

"ciao..."
"chi sei?"
"la verità...."
"ah... sapevo che prima o poi saresti passata... prima o poi arrivi.."
"e sono qui...."
"qual è la verità?"
"guardati intorno...."
"vedo un sacco di cose belle... vedo che faccio cose che molti non riescono a fare... mi dicono che non mi hanno mai visto così bene..."
"appunto"

Mercoledì, 12 Novembre 2014 14:50

Il teorema dell'imbecille

► OSSERVA SPERIMENTA IMPARA:
    IL TEOREMA DELL'IMBECILLE ◄

ASSIOMA
parlare con uno stupido non serve a niente

IPOTESI
data una persona intelligente e uno stupido fastidioso e petulante, lo stupido insisterà per dire la sua e avere ragione

TESI
l'intelligente farà credere allo stupido di avergli dato ragione

DIMOSTRAZIONE
Lo stupido sarà felice e l'intelligente potrà continuare a fare le cose da intelligente

 

cvd

Sabato, 29 Novembre 2014 11:22

La verità

"la verità, signora mia..."
"la verità? non mi piace la verità!"
"la verità mica piace... la verità spaventa!"
"la verità se la può tenere Lei, caro signore!"
"la verità può renderLa libera, signora..."
"la verità mi minaccia..."
"la verità? come può minacciare la verità?"
"la verità urla..."
"la verità urla?"
"la verità urla la paura..
"la verità non urla... bisbiglia..."
"la verità URLA!"
"la verità non urla... è Lei, signora, che urla per non sentirla..."

Lunedì, 01 Dicembre 2014 16:35

Vendere l'anima

"chi sei?"
"il diavolo.."
"cosa vuoi da me..."
"il solito contratto..."
"no no..."
"come no? lo sappiamo che lo vuoi"
"e per cosa dovrei?"
"vuoi vendermi l'anima..."
"non è vero... non desidero nulla...
"hai un unico desiderio..."
"non desidero nulla per voler vendere l'anima.."
"vuoi venderla per non doverla guardare in faccia..."

Domenica, 14 Dicembre 2014 15:31

Il bambino senza volto

Il bambino senza volto era ubbidiente e servizievole. 

Non mancava mai di dire "Buongiorno" e "Buonasera". Apriva le porte alle signore e porgeva il braccio agli anziani per attraversare.

Il bambino senza volto riponeva con cura il pigiama la mattina e la sera recitava diligente le preghiere prima di sprofondare nelle coperte.

Il bambino senza volto faceva i suoi compiti senza entusiasmo, ma non gli si poteva dire che li faceva male. Ma nemmeno bene.

Il bambino senza volto si guardava allo specchio per pettinarsi. Ma sotto la frangia non vedeva che il riflesso di chi gli stava vicino.

Il bambino senza volto impazzì per assomigliare agli altri volti senza sapere che aveva un bellissimo sorriso.

Domenica, 14 Dicembre 2014 22:07

Le donne di rappresentanza

Sono una donna di rappresentanza: cresciuta a immagine e somiglianza di uno spot pubblicitario. Sono una donna di rappresentanza: sono stata formata per far ben figurare il mio maschio.
Parlo poco in pubblico, sorrido come un'ebete, dico sempre "no grazie".
Accenno a un leggero fastidio snob quando mi si chiede qualcosa che non gradisco.
Perchè noi donne di rappresentanza dobbiamo farla annusare, ma mai farla vedere.
Le donne di rappresentanza sorridono a denti stretti e non lasciano uscire l'alito dei loro pensieri. Le donne di rappresentanza non hanno pensieri.
Quando ci accompagniamo al nostro maschio, restiamo indifferenti alla situazione. Siamo lì annoiate da questi stupidi sport maschili. Ma dobbiamo essere presenti altrimenti non saremmo donne di rappresentanza.
Le donne di rappresentanza portano tacchi e minigonne, pantaloni stretti e maglie scollate. Orecchini vistosi, bracciali rumorosi. Silenzi vuoti.
Le donne di rappresentanza... non ne parla mai nessuno.
Le donne di rappresentanza... non lasciano ricordo.
Le donne di rappresentanza... appassiscono all'ombra di un maschio idiota.

Mercoledì, 07 Gennaio 2015 22:37

La signora in grigio

LA SIGNORA IN GRIGIO

La signora in grigio ha spento il suo sorriso per paura del giallo del buonumore.
La signora in grigio ha barattato l'amore per non affrontare il rosso della passione.
La signora in grigio ha smesso di pensare per non naufragare nel viola del suo io.
La signora in grigio ha smesso di combattere per non assaporare il verde della sua rabbia.
La signora in grigio ha rattristato il blu cobalto della persona per lei più cara.
La signora in grigio ha pensato esistesse il principe azzurro che la salvasse da se stessa.
La signora in grigio ha tentato di guardare la vita in rosa dietro le spesse lenti.
La signora in grigio nelle sue mille sfumature non hai mai trovato un grande eros.
La signora in grigio ha continuato a vedere tutto nero fino a che ha spento la luce.

Domenica, 25 Gennaio 2015 00:43

Invecchiare

Invecchiare non ha nulla a che vedere con il "crescere"

Lunedì, 02 Marzo 2015 14:37

Vite illusorie

Il modo migliore per per vivere una vita da favola (o da romanzo d'avventura) è avere la consapevolezza che non è una favola ma uno perenne sforzo al miglioramento e ai traguardi successivi.

Giovedì, 12 Marzo 2015 14:13

Le bugie sono sempre bugie?

Le bugie ti nascondono la verità, ma te la rivelano con gli occhi puri del cuore.
Le bugie tremano di sfacciataggine e non lasciano pensare alla verità.
Le bugie ti coprono con la coperta della paura e ti scoprono di scatto nel gelo della notte.

Le bugie a fin di bene.
Le bugie a fin di male.

Le bugie che non sai raccontare.
Le bugie che racconti mangiandoti il fegato.

Le bugie di chi vive di illusioni.
Le bugie di chi vive di sensi di colpa.

Sono sempre bugie e sono le cose più vere che puoi avere.

Domenica, 22 Marzo 2015 13:36

Parlare parlare parlare

Parlare parlare parlare
per capirsi e per non capirsi
per arrabbiarsi o per amarsi

parlare parlare parlare
per sentire le emozioni e i silenzi
per scoprire gli errori e gli inganni

parlare parlare parlare
perchè nel silenzio martellante
sono morti tutti i nostri giorni

Lunedì, 23 Marzo 2015 19:03

Staffetta

La staffetta non si fa da soli.
Purtroppo l'ultimo non può partire finchè tutti non hanno fatto il proprio pezzo.

Martedì, 31 Marzo 2015 19:13

Aspettando la pensione

"Sto aspettando la pensione" disse lui
"Per cosa?" chiese l'altro
"Per confermare che sono infelice"

Lunedì, 27 Aprile 2015 16:20

Verità e illusione

"ho creduto a tutto quello che mi hanno detto per non vedere la verità..."
"non ho mai creduto a niente di quello che mi dicevano per non illudermi..."
"ho visto la verità e non le ho creduto"
"non ho visto la verità, ma sapevo qual era"

Martedì, 28 Aprile 2015 19:28

Le cose belle

Nella vita ti possono succedere un sacco di cose.
Intendo anche quelle belle.
Basta lasciargli la porta aperta.
Se la tieni chiusa, non succederà mai niente.
Solo le cose brutte hanno la chiave per entrare lo stesso nella tua vita.

Lunedì, 18 Maggio 2015 17:58

Inutile

inutili sono le chiacchiere delle comari
inutili sono le questioni di principio
inutili sono i giorni noiosi
inutili sono le invidie
inutili sono le arrabbiature
inutili sono i passi standard
inutili sono i pensieri addormentati
inutili sono le paure immotivate
inutili sono i giochi di potere
inutili sono i giorni senza viaggio

Giovedì, 25 Giugno 2015 15:13

Occhi spenti

occhi spenti roteano lentamente nella vita degli altri
avidi di vita, la vita non gli basta, ma la vita non afferrano
occhi spenti sbirciano nella vita degli altri senza entrarci
spaventati dalla vita, la vita li allontana e la vita non la vogliono
occhi spenti si abbassano mestamente alla vita degli altri

Giovedì, 03 Settembre 2015 13:52

Perchè so fare belle foto

►PERCHE' FACCIO BELLE FOTO?◄
perchè so che ogni prospettiva può essere interessante e avere il suo fascino
può stupirti
può darti gioia
può spiazzarti in un incanto di nuove linee
so che le persone quando non le guardi si manifestano, nel bene e nel male
lasciano trasparire i pensieri, le rughe, i ghigni
le persone sono il loro viso, le loro mani, i loro atteggiamenti, le loro posture
come mettono i piedi, i tic che hanno, come mangiano, i rumori che fanno incosapevolmente
se uno fa rumore quando mangia succhiando dita e pietanze, manifesterà sempre un'estrazione bassa per quanto possa atteggiarsi al contrario
come so vedere in un bruto quale Bruto l'eleganza del pensiero quando parla delle sue pipe, di come gli nascono dalle mani e dall'amore per loro
le mani e le rughe
guarda le mani e le rughe di una persona se vuoi capirle
guarda come le usano
guardane l'impaccio o la leggiadria
guarda come accarezzano le mani o come sorridono le rughe
come si muovono le dita sugli oggetti? come si approcciano gli occhi?
sono miopi? sbirciano da sotto o sopra gli occhiali?
sono stretti? guardano altrove? sono vuoti? sorridono? sono tristi?
guarda come veste una persona
quanta accortezza ci ha messo a vestirsi
che colori ha scelto. quali non sceglie mai.
quanto ha cura che i vestiti che ha scelto la valorizzino, difetti compresi
quando una persona non si cura del proprio aspetto, lancia un terribile e angosciante campanello d'allarme!
non si ama! se non si ama, non può amare!
guarda i risvolti di un pantalone, le stringhe delle scarpe, i bottoni della camicia? quanti aperti? quali aperti? tutti chiusi?
quali scarpe raccontano il cammino?
quali principi guidano il vestirsi? la leziosità? la praticità? il dovere di affascinare? il dovere di affascinarsi?
una persona che non si cura non ha deciso di dare più importanza ad altro di più "nobile". è solo morta dentro.
chi è morto dentro è sterile. anche se anela alla vita, se non si ama, non può amare e non può dare vita.
i fiori raccontano uno statico divenire inerme e succube della vita e dell'uomo.
sono "affascinanti" nel loro stare al mondo senza forza, senza vitalità, senza decisionismo
li odio per questo! hanno fatto della bellezza il loro unico punto di forza. ma si sono dimenticati di molto altro
gli alberi non muoverli
hanno un compito: guardarci e giudicarci!
parlano con i rami agitandoli in una gestualità da vecchio avvocato
tra le mille scartoffie scritte nelle loro foglie segnano tutto quello che hanno visto
si ricordano di te. di quando passavi bambino ammirandoli.
a quando hai smesso di guardarli per guardare solo la strada davanti a te.
alza gli occhi. torna a guardare il cielo. anela al cielo. non alla strada.
amo da matti fotografare il mare perchè è vivo!
perchè sa essere docile e rassicurante e all'improvviso impetuoso e pericoloso
violento, assassino. spazza via lo schifo oppure lo riporta a riva
ti riporta quello che gli hai dato perchè tu possa prenderne atto
ti ricorda che la forza del mare va amata, rispettata e mai sottovalutata
i tramonti sono incantevoli. spesso banalizzati.
non sono la fine del giorno. sono il preambolo per il giorno dopo.
illumina poche cose, il tramonto. lascia molto all'immaginazione.
per essere visti dal tramonto ci vuole forza d'animo.
il tramonto ti mostra in una sagoma, in un'ombra
da quell'ombra deve venire il meglio di te. anche se sei solo una conchiglia sulla spiaggia.
le città? sporche, vive, morte, desolate, affollate
le città siamo noi con le nostre pochezze
con i cestini dei rifiuti ricolmi di quello che non vogliamo, che abbiamo scartato
con i muri imbrattati dei nostri pensieri dai più infimi ai più elevati...
ma sempre con un impeto violento e faticoso di farsi disperatamente ascoltare
le panchine desolate raccolgono le fatiche dei passi e delle preoccupazioni
lanciano sguardi da acquario tra le persone aspettando una definitiva divinazione
un vecchio con il bastone accompagnato da uno un po' meno vecchio
un figlio accompagna a braccetto il padre
sa che presto toccherà anche a lui trovare un figlio compiacente
ci leghiamo alle persone disperatamente nella ricerca di un bastone
di una parola buona. dell'autostima che non abbiamo
cerchiamo di cancellare la paura avvinghiandoci all'altro
la paura non svanisce. resta. ma possiamo darne colpa ad altri.
se cadremo, sarà colpa di chi non ci ha sorretto
se il bastone si rompe, sarà colpa del bastone
se moriremo, sarà colpa di questo mondo bastardo
il cibo: il demonio del terzo millennio!
ci affascina, ci rende succubi, ci fa credere migliori perchè lo scegliamo migliore
ci fa dimenticare che non scegliamo di vivere noi al meglio
ci fa dimenticare che una sana alimentazione non ci salverà da una velenosa esistenza
lo guardo, lo fotografo, lo assaporo. nelle foto non lo vedo più come lo vedevo.
non mi affama, non si fa gustare... torna a essere un feticcio!
il feticcio che domina questa società nella sua mancanza o nella sua sovrabbondanza
ci fanno credere che lo scegliamo. ci lludono che gli diamo valore.
il cibo ci domina e ci rende succubi: ci vuota il cervello e ci riempie lo stomaco.
maiali addomesticati da masterchef.
la musica.. sai fotografare la musica?
guardala nell'espressione dei musicisti! cogli gli occhi chiusi, le guance gonfie, le dita contratte
la musica si vede!
e gli animali? corrono, saltano, strisciano, sporcano
sono animali. loro stessi. senza remore non hanno paura di sembrare altro
fotografarli non è sempre facile!
troppo veloci, troppo lontani, troppo piccoli, troppo irruenti
gli animali non si fermano, non li cambi. sono loro e così resteranno
non una copia di noi a forma di animali. noi siamo la degenerazione dell'animale-uomo
oggetti: manufatti umani, manufatti industriali
da soli sono soli. insieme compongono storie.
quali storie nei tuoi oggetti? come metti le foto in casa tua? quali foto scegli?
cosa scegli di collezionare? cosa scegli di mettere in soffitta e cosa di tenere in vista?
li ami gli oggetti? o ne hai soggezione? o gli attribuisci più valore del loro valore?
dimmi cosa collezioni e ti dirò chi sei!
dimmi come ti comporti con gli oggetti e ti dirò chi sei.
ama gli oggetti e abbi il coraggio di non affezionartici.
sono la proiezione di ideali che non raggiungiamo e deleghiamo in loro.
dobbiamo guardare e vedere.
dobbiamo imparare a guardare e vedere.
perchè solo guardando e vedendo, potremo capire.

Giovedì, 03 Marzo 2016 16:46

Dicono che il FUMO Faccia Male

E soprattutto lo dicono ai giovani, ai giovanissimi.... che non si sognino di farsi del male con una sigaretta... o, meglio, con un buon toscano o una pipata con qualche miscela d'autore.
Ma non lo dicono ai giovani che lo stress della vita che faranno gli farà molto più male? Passare da un lavoro all'altro, senza mai una certezza. Racimolare le monete per unire pranzo e cena. Mangiare cibi economici tedeschi dei discount per risparmiare qualche decina d'euro al mese. Ridurre al minimo le cure mediche per risparmiare qualche soldino. I denti saranno i primi a cadere. E gli incubi la notte? Perchè si avvicina la fine del mese e la fine delle monetine in banca è molto più vicina. E cosa è una vita spesa a cercare solo di sopravvivere? Mai una gita, mai un cinema, mai un concerto... solo mp3 e film scaricati dal torrent. Da consumare sul divano con una birra (sempre del discount) per avere una parvenza di "vita". Una involuzione culturale. Perchè la cultura costa. E perchè per aver voglia di dedicarcisi bisogna avere un po' di tempo e uno stato d'animo minimamente sereno. Se hai da pagare le bollette e non hai soldi, lo stato d'animo non è dei migliori per avvicinarsi a una cosa "inutile" che non porta pane sotto i denti (marci perchè non li hai curati).
Beh... moriremo giovani lo stesso. Uccisi dallo stress e dalla società. Ma lo Stato sarà sereno perchè non ci avrà ucciso la nicotina.
Sia.

Venerdì, 04 Marzo 2016 11:31

Essere diversi

essere diversi è una scelta.
uno è diverso perchè vede quello che lo circonda e non gli piace.
è una scelta. non un caso

Sabato, 05 Marzo 2016 14:56

Le Cose si fanno succedere

C'è chi si lamenta delle cose che non succedono.
E chi fa succedere le cose.

Martedì, 15 Marzo 2016 10:35

Conservare

Conservare le cose scadenti nella speranza che possano servire un giorno a qualcosa, è come sedersi sul divano e aspettare che la vita diventi interessante.

Martedì, 21 Giugno 2016 17:52

La mia FAMIGLIA

La mia FAMIGLIA mi ha insegnato che i più forti vengono sempre fuori. Che vanno avanti, non indietro. Che solo andando avanti si migliora. Chi resta fermo fa la muffa. La mia FAMIGLIA mi ha insegnato che in tutte le epoche le Teste in gamba sono emerse e hanno fatto grandi cose. Per la gente in gamba non esistono strada da seguire. Esistono strade da costruire.
La mia FAMIGLIA mi chiama per nome di battesimo e non con il titolo di "mia figlia". Perché la FAMIGLIA non ha bisogno di titoli anagrafe, ma di persone con pregi e difetti. La mia FAMIGLIA non si fa scrupoli a dirsene di tutti i colori. A lanciarsi i piatti dietro. A urlarsi contro le peggio nefandezze. La mia FAMIGLIA non ha abitudini. Lo straordinario è ordinario. La mia FAMIGLIA sa quando uno è incazzato. La mia FAMIGLIA è concreta e sa che babbo Natale non esiste. La mia FAMIGLIA ha cambiato casa e lavoro più volte di quanto tre persone facciano in una vita. La mia FAMIGLIA non sa che giochi volevo da piccola, ma sa affrontare la vita. La mia FAMIGLIA pare il carrozzone degli zingari, ma ha radici invisibili e libere che le altre famiglie non capiscono. La mia FAMIGLIA è quel posto da dove scappo dopo un'ora, ma dove so tornare quando mi servono parole e consigli intelligenti. La mia FAMIGLIA è così strana che mi rende incomprensibili le altre. Però, se dai frutti riconosci la qualità dell'albero, quasi quasi la preferisco a quelle che hanno la torta calda tutte le domeniche.

Lunedì, 01 Agosto 2016 17:56

Ho un trono di cartone

Ho un trono di cartone
da cui osservo immobile il mondo
Ho un trono di cartone
su cui conservare le mie idee
Ho un trono di cartone
per circondarmi di sudditi fasulli

Ho un castello di carte
dove gli amici non entrano da anni
Ho un castello di carte
da dove mio figlio scappa velce
Ho un castello di carte
dove nascondermi dal mondo

Ho una spada di plastica
con cui non so difendermi
Ho una spada di plastica
con cui non ho saputo difenderli
Ho una spada di plastica
e non serve a niente

Mercoledì, 23 Novembre 2016 14:23

Solchi

Non puoi camminare nel solco di un altro se non hai le sue gambe, i suoi piedi, le sue energie, la sua determinazione...
Non osare camminare nei solchi degli altri o inciamperai negli ostacoli che l'altro ha saputo saltare ed evitare.

Giovedì, 15 Dicembre 2016 17:13

Tutti sanno

tutti sanno il dolore di loro stessi
tutti sanno il gusto delle loro lacrime
tutti sanno il peso delle loro fatiche
tutti se ne fregano se sono quelli degli altri

Mercoledì, 08 Febbraio 2017 16:09

La modestia

MODESTIA
Il talento di nascondere con capziosità la propria mancanza di talento.

Sabato, 25 Febbraio 2017 20:28

L'autostima

Video collegato

Lunedì, 08 Maggio 2017 09:55

Il dolore psicologico

Nessuno ci insegna quanto fa male il dolore psicologico.
Quanto battute, cattiverie morali, derisioni, bullismo, mobbing... possano far male più di mille ferite della carne!
Crediamo che deridere una persona sia buffo.
Crediamo che il pettegolezzo contro una persona sia un passatempo.
Crediamo che isolare una persona sia legittimo.
Crediamo che diffamare una persona sia una giusta vendetta.
Crediamo che prendere in giro su FB qualcuno sia un passatempo divertente.
Non arriviamo a comprendere l'immenso dolore che si può provare.
Un dolore che lacera e non va via con la tintura di iodio.
Un dolore che ti inchioda i pensieri a un angolo della vita.
Un dolore di cui gli altri ridono. E tu vorresti solo morirne.

novità dal diario di una stalker...


  • "Sono sentimentalmente emozionabile.."
    "Sono sentimentalmente emozionabile.." Ma che sentimentalone è... non avrei mai detto. E, invece, guarda cosa mi scrive...Dolcezza mia... quanta musica ci emozionerà nel futuro.. quante ore passeremo insieme ad ascoltarla.Io e te nella…
    mandato online
    Giovedì, 18 Ottobre 2012 12:01
  • Sei il mio combattente
    Sei il mio combattente è sempre strano... a me sembri già un combattente...come me, del resto.ti amo, cavaliere. E se il destino ti sputa in un occhio ti fa molto male...A me oggi piacerebbe…
    mandato online
    Giovedì, 18 Ottobre 2012 10:59
  • Il Destino ci chiama
    Il Destino ci chiama va tutto a gonfie vele. Mario mi ama. Io lo amo.Lui mi manda gli indirizzi e i contatti per trovare lavoro a Pesaro.Io mando curriculum.Tutto gira per il verso giusto.Quanto…
    mandato online
    Giovedì, 18 Ottobre 2012 10:40
  • le vacanze insieme
    le vacanze insieme chissà... andare in crociera insieme.. Buongiorno nuovamente, roccia..e sia, non alimenterò ulteriormente le mie paranoie,lascerò a te il compito di tirare il freno d’emergenzaquando ce ne sarà bisogno..Se ti può…
    mandato online
    Mercoledì, 17 Ottobre 2012 11:23
  • Mangia castagne e pensa a me...
    Mangia castagne e pensa a me... mangia castagne a lavoro e mi pensa... Una delle mie ragazze ha portato le caldarroste (non dire niente,qui da me in ufficio se magna e se beve a ogni ora..).Stavo…
    mandato online
    Mercoledì, 17 Ottobre 2012 11:23
  • Pensieri
    Pensieri Un giorno staremo nella stessa casa a goderci le serate insieme Una cosa che mi gira in testa da qualche giorno:durante la settimana lavorativa, prima che fra di noinascesse questo…
    mandato online
    Martedì, 16 Ottobre 2012 15:23
  • "ti amo, non dubitarne mai.."
    "ti amo, non dubitarne mai.." Chè non sono un passeggero qualunque, io :-D La moto la uso come taxi per Andxxx.Con te non sarebbe un taxi. Un giroinsieme ha tutt’altra valenza..Andxxx non vale, non ho…
    mandato online
    Martedì, 16 Ottobre 2012 14:24
  • TU SAI DONARE.
    TU SAI DONARE. Mi promette di portarmi in moto... che non ci porta mai nessuno... ma me si! ♥ Davvero pensavi di non sapere donare serenità?Non solo si dona, ma anche si riceve.E…
    mandato online
    Martedì, 16 Ottobre 2012 14:03
  • "sei la mia donna..per sempre.."
    "sei la mia donna..per sempre.." E' un grande rapporto. Ci compenetriamo nell'animo come non mai. Ci scambiamo non solo amore e sentimenti.Ma qualcosa che siamo più dentro. Hai la capacità di lasciarmi senza parole..Mi stai…
    mandato online
    Martedì, 16 Ottobre 2012 12:17
  • Non avere paura: la paura uccide
    Non avere paura: la paura uccide Accidenti, Mario è ammazzato di paura. Tutta questa storia è linfa vitale per la sua esistenza, eppure si fa inchiodare dalla paura.Come diceva il Guccio "tra lei e quell'altra che…
    mandato online
    Martedì, 16 Ottobre 2012 10:44
© 2017 oremy - non copiare nulla senza avermi prima chiesto il permesso! ho un bravo avvocato..