Approfondimenti

cose viste da fuori e da dentro


Mercoledì, 22 Luglio 2020 20:28

Come ho affrontato il Trauma da relazione tossica con un narcisista patologico

Non sono qui a farmi fare gli applausi.
Per quello mi basta ogni giorno sorridermi allo specchio.
Sono qui per convincervi di una cosa che io stessa non reputavo possibile: se ne esce e pure meglio di prima.
Solo che è un "lavoro" lungo e faticoso. Non ci si mette un mese.
Ci si mettono gli anni.
Ma prima bisogna, assolutamente, iniziare a "scrivere un piano" sennò si rischia di vagare da una cosa all'altra senza senso.

 

Ponetevi l'obiettivo "contenitore" (es: divento una figa sotto un sacco di punti di vista) e poi stilate la lista dei sotto obiettivi che aiutano a raggiungere il principale (andare in palestra, imparare l'inglese, cambiare lavoro, mangiare sano, etc) e ne prendete un paio alla volta (non di più... troppo!) e di questi individuate le azioni QUOTIDIANE che dovrete compiere cascasse il mondo e l'universo intero.

Per 4 anni sono andata in palestra 5 GIORNI LA SETTIMANA (gli altri giorni la palestra era chiusa). Sono andata anche con la febbre e con il mal di pancia... con la burrasca e la neve... giusto la sala operatoria e la febbre a 39 mi hanno fermato. Quando non mi vedono arrivare in palestra si preoccupano! (sul serio!!! mi telefonano per sapere... devo avvisarli quando non vado sennò mi cercano per ospedali  )

Oggi ho completato il corso allievi e l'anno prossimo mi preparerò per diventare istruttore.
Ho molto più fiato. Ho molti più muscoli. Sorrido meglio.
Il cuore sta meglio. Io sto meglio.
Ma per quanti mesi durante l'allenamento mi mettevo in un angolo a piangere... e il maestro e la mia amica mi sollevavano (fisicamente) da seduta per terra..

Un giorno ho deciso che dovevo smettere con il caffè.
Ho cominciato a miscelare il caffè normale con il deca e a farmelo così, per abituarmi a una dose minore. Dopo qualche mese ho smesso del tutto e sono passata all'orzo. Sono 3 anni che non bevo caffè.
Il cuore e la pressione ringraziano.

Poi ho deciso che dovevo smetterla anche con pipa e sigari.
Così, da un giorno all'altro. Forse ho ancora un sigaro in casa. Lo regalerò. Ho venduto tutte le pipe. Ho fatto uno scatolone da regalare a un amico delle cose rimaste.
Ho fatto un po' di soldini per pagare l'avvocato e il cuore e la pressione ringraziano. E non puzzo di fumo.

Poi ho deciso che dovevo iniziare a vestirmi meglio: perchè non sono brutta come ho pensato per più di 40 anni e, vestita con un po' di modo, posso sembrare anche più carina.
Non lo avevo mai fatto. Mi ero calata nel ruolo del maschiaccio per tutta la vita e da quello non volevo uscire.
Ma un altro animo anche viveva in me: quello femminile ed elegante.
Ci ho provato: dopo 35 anni ho messo un vestito e sono andata a una cena in cui c'erano oltre 50 persone che mi conoscevano.
Era dalla prima media che non mettevo una gonna. Sono due anni che metto gonne il 90% delle volte.
Oggi si sorprendono se mi vedono in jeans. Una volta nell'armadio avevo solo quello.

Da qualche giorno ho ripreso in mano questo canale Youtube per raccontare alle persone come me che ce la si può fare.
Che ce la si deve fare. Che amarsi è la migliore arma contro le brutture del mondo.

matevi. Perché siete belle persone.

Fate una lista delle vostre migliori 20 qualità.
Perché addirittura 20? Perché dovete scavarvi dentro fino a trovarle! Perché le avete e non lo sapete e dovete costringervi a vederle!
Quando le avrete viste tutte e venti, tornate a dove vi dico di stilare il vostro obiettivo principale e i vostri obiettivi dipendenti. Ordinate le vostre qualità per pianificare come raggiungerli.

Non abbiate fretta. Il più semplice vi richiederà mesi. I più difficili anni.

Ma, mio dio! Che bello sarà poter dire “Ce l'ho fatta!!”

Letto 319 volte

Video

Scrivo bene per te

Se hai bisogno di scrivere qualunque tipo di documento, dalla lettera alla denuncia, dalla tesi di laurea alla storia della tua vita, ti invito a contattarmi mandandomi una email a oremy@oremy.it spiegandomi di cosa hai bisogno o scrivendomi via whatsapp (no telefonate) al 349 2540661.

Emilia Orefice

emilia orefice

Mi chiamo Emilia Orefice, ho qualcosa in più di 40 anni, superati i quali si smette di contare.

Ho lavorato per moltissimi anni nella produzione di siti web, partendo dalla stesura di appositi testi adatti al web, fino alla loro realizzazione completa, in maniera autonoma come free lance.

Per questioni puramente personali, da quasi tre anni mi dedico all'assistenza degli anziani come collaboratrice familiare nelle loro case, occupandomi di loro e delle loro esigenze quotidiane.

Nel tempo che mi rimane aiuto i laureandi nella redazione della loro tesi di laurea.

Sono estremamente empatica, riflessiva e arguta, senza mancarmi per nulla la socievolezza.

Ho eccellenti capacità nell'analisi dei testi e nel problem solving.
Sono bravissima nella scrittura in tutte le sue varianti (informale, formale, aulica, burocratica...) e sono maniacalmente precisa quando redigo i miei testi e, ancora di più, quelli ufficiali.

Le attività che compio per hobby sono altrettanto numerose e variegate e vanno dalla classica lettura (da qualche anno soprattutto saggi di scienze sociologiche/psicologiche, et similia), alla fotografia amatoriale, fino all'attuale fortissimo interesse per la difesa personale attraverso l'arte marziale del wing chun per il quale sto studiando per diventare istruttore.

Sono stata sempre un leader in tutti i contesti a cui ho partecipato, ma so essere anche un eccellente braccio destro.

 

Se non sai come scriverlo, o vorresti scriverlo meglio: contattami e ti dirò come fare!

Newsletter

Riceverai i nuovi articoli direttamente nella tua email.
© 2020 oremy - non copiare nulla senza avermi prima chiesto il permesso! Ho un bravo avvocato e io sono peggio.